“Idea Sposa”: tutte le novità del 2020 – viaggio fotografico alla fiera del Lingotto con gli allievi della classe 5C a cura della Prof. Pontet

“Idea Sposa”: tutte le novità del 2020 – viaggio fotografico alla fiera del Lingotto con gli allievi della classe 5C

La cerimonia nuziale, nella storia, ha sempre assunto un ruolo strategico di primo piano per stringere alleanze tra le famiglie di stirpe reale, per ampliare i confini amicali e territoriali tra le Nazioni, per sigillare, con il rituale dell’unione tra sovrani e principesse, durature promesse di pace tra i popoli.

Con il trascorrere dei secoli quel rituale cerimonioso, che era riservato solo ai potenti della terra, è diventato un avvenimento indistinto tra le persone di ogni rango sociale fino a giungere ai giorni nostri, dove la spettacolarizzazione del matrimonio è diventato un vero e proprio business.

Organizzare i preparativi di un matrimonio necessita di più competenze logistiche per curare la regia di una buona riuscita della giornata del “Si, lo voglio .

Il primo pensiero di una sposa è quello di essere bella per il su sposo e per i suoi invitati;

di non meno importanza è il desiderio che la giornata del matrimonio si trasformi da una bella festa, in un bel ricordo indimenticabile per tutti i partecipanti all’ evento.

Così accade che ci si affida a degli specialisti per essere accompagnati in questi estenuanti preparativi che iniziano molto prima della giornata stabilita per la proclamazione dell’ “Articolo 29” della Costituzione italiana.

“Idea Sposa”, al salone espositivo del Lingotto di Torino, è un’ evento fieristico che viene in soccorso di tutte le giovani spose che vogliono organizzare il proprio matrimonio con originalità e ricercatezza. Dopo aver scelto l’abito per le nozze da “sogno” o gli artigiani che lo realizzeranno e la volta della location, dove banchettare con i conviviali invitati alla celebrazione nuziale. Successivamente bisogna pensare al fotografo, al menù, alla torta, all’ orchestra, alle bomboniere, alla carrozza con i cavalli oppure ad una 1500 Cavalli d’epoca.

Per essere al passo con i tempi anche i castelli e i palazzi sontuosi stanno lasciando il posto ai matrimoni total green immersi nella natura dove gli sposi, con i loro ospiti, possono ristorarsi in agriturismi esclusivi, nascosti tra le terre delle Langhe, passando da Montepulciano per giungere alla Serra di Montevergine, senza rinunciare ad un matrimonio in stile principesco.

Quando si parte per organizzare un matrimonio non si mette in conto tutto quello che è necessario alla sua riuscita e spesso si arriva al giorno stabilito con un velo di stanchezza che può essere cancellato da una giornata in un Centro del benessere, pregustando il viaggio di nozze che seguirà la cerimonia. Quando è tutto pronto non resta che festeggiare il nubilato con un abito che rispecchia la personalità della futura sposa, una sorta di anteprima del giorno che verrà. Le novità stilistiche di quest’anno sono presentate da:

– Atelier “Gruppo Ci Due” di Caluso – abito romantico color vino” , per lei e una marsina in

tessuto damasco color fumo di Londra, per lui

– Atelier MOD’ART di Candiolo – abito con corpino di filato macramè che sorregge una

gonna a sirena con strascico, per lei

– Carlo PIGNATELLI – marsina e gilet damascato in color avorio, completi smoking classici in gabardin di seta con revert a lancia, a scialle in tessuto di raso, giacche e camice con preziosi ricami tinta su tinta, per lui

_ VOGUE spose con un abito da sposa da principessa di color nero, per lei.

Non solo, tante idee per abiti da cerimonia per donna e completi uomo dove la ricercatezza del dettaglio contraddistingue la sapienza artigianale di una sartoria da un’altra. Tra le proposte più apprezzate quelle esposte negli stand di “Immagine Sposi” di Grugliasco, di “Atelier Glamour” di Torino, di “Nicole” Milano.

Per chiudere il reportage di questa anteprima di Idea Sposa 2020 l’obiettivo fotografico dell’allieva Giulia Vidoni, della classe 5C, ha colto le novità dello stile new age.

m.p.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

3, 4 ottobre 2019- Classi 1F- 3G .Su iniziativa delle prof.sse Pigati e Sasso Accompagnatori prof.sse Pigati, Sasso, Vicentini. Visita al dizionario interattivo Zanichelli in via Garibaldi, ” Adottiamo una parola per salvare il lessico dimenticato” a cura della Prof. Pigati

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

la 5E all’orientamento in uscita a cura della Prof. Vicelli

Accompagnatrice Prof. Testa

a

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ex studenti del LAP in mostra, Artusio Gabriele e Gulmini Chiara

le oro opere sono presenti alla mostra.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il LAP per l’ambiente

oggi manifestazione.

https://video.lastampa.it/torino/fridays-for-future-in-migliaia-sfilano-nel-centro-di-torino/104162/104177

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La classe 5C incontra Monica Bruno, la curatrice di Iconica 2019 
Le “quattro giornate” della Moda a Palazzo Chiablese di Torino hanno presentato numerosi eventi culturali tra le sale in cui erano esposti gli abiti e gli accessori creati dalle più famose sartorie e modiste torinesi degli anni 1950-80. 
In quel tempoTorino era la capitale della moda, seconda solo a Parigi, da dove il capoluogo piemontese importava i modelli più esclusivi. 
La curatrice di “Iconica 2019”, Monica Bruno racconta, agli allievi della classe 5C del Liceo Artistico Passoni, il significato degli abiti esposti che evocano i fasti di Torino quando i creatori di moda trovavano, nella città subalpina, imigliori artigiani e le migliori sarte e modiste capaci disoddisfare una élite sofisticata in cerca di ricercatezza nello stile del vestire. 
Lo shootingfotografico, Passamaneria Massia, mette al centro l’eccellenza del ‘saper fare’, così afferma la curatrice dell’evento. Si tratta infatti di un’azienda storica del territorio che ha saputo proiettarsi nel mondo moderno. 
Monica Bruno ripercorre la storia imprenditoriale di Torino che già durante l’Expo del 1911, nel Padiglione dedicato alla Moda, vedeva nascere la “Sartoria Italiana”. L’ Ente Nazionale della Moda Italiana nel 1946, propose a Palazzo Reale di Torino, una mostra di abiti sartoriali e una sfilata, a significare il valore che la moda nazionale, e quella torinese in particolare, potevano avere per la rinascita del paese nel secondo dopoguerra. 
Negli anni ‘50 -’80, Torino era la capitale della moda e dell’eleganzae comunicava direttamente con le couturièresparigine; molti abitiesposti a Palazzo Chiablesesembrano usciti da una grande casadi moda di quelle che in questi giorni sfilano nella Fashion Week di Milano. 
Nel novembre del 1950, a Torino, nacque il Samia, il primo salone della moda italiana,una manifestazione unica in Italia che riscosse un grande successo fino alla sua chiusura, nel 1977. 
Nel 1960 il GFT (Gruppo Finanziario Tessile) di Torino trasformò la produzione della moda da sartoriale a industriale dando vita a una delle prime distribuzioni del prêt-à-porter delle grandi case di moda.
Per circa vent’anni l’azienda torinese fu il principale polo produttivo degli abiti di Valentino, Armani, Dior, Ungaro e distributivo delle griffdi questi e altri brandprestigiosi. Contribuirono al successo del GFT le società e gli stabilimenti presenti anche all’estero di marchi come Marus, Facis e Cori. 
Nel percorso della mostra si osservano gli abiti della maison ‘Favro’, quelli dell’ atelier di ‘Sanlorenzo’ e della sartoria di ‘Emi Badolato’; adimpreziosire l’allestimento alcune vetrine dedicate agli schizzi originali di modelli e cappelli della collezione di Pina Cerrato, celebre e storica modista. 
Ospite dell’evento Wanda Maifredi, indossatrice per le grandi Maison torinesi negli anni d’oro. L’ esposizione-eventoICONICA 2019 è esordita con il contributo e il patrocinio della Regione in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio ed ha celebrato il ‘saper fare’ di una Torino artefice indiscussa di eleganza.
m.p
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Apre al pubblico ICONICA 2019 a cura della Prof. Pontet

Domani si apre al pubblico
ICONICA 2019
ATELIER. TORINO ARTEFICE DI ELEGANZA’
Abiti e bozzetti delle Maison torinesi di Alta Moda dagli anni ‘50 agli anni ‘80
L’esposizione .-evento sarà visitabile dal 19 al 22 settembre presso l’edificio storico di Palazzo Chiablese – Appartamenti Alfieriani, in piazza San Giovanni 2, Torino
INGRESSO GRATUITO
ICONICA 2019 è un progetto di Monica Bruno sviluppato da Francesca Lorenzoni e Stefania Manfré – realizzato con il contributo e il patrocinio di Regione Piemonte Camera di commercio di Torino e con il patrocinio di Città di Torinomain sponsor Azimut Capital Management (Gruppo Azimut), partner Marco Polo e Irreplaceable – è, infatti, ‘Atelier. Torino artefice di Eleganza’.
Puoi scaricare:
qui le immagini dell’allestimento a Palazzo Chiablese . Foto realizzate da Gianluca Platania: https://we.tl/t-BMyQ7qhqDP ;
qui le  foto dello shooting fotografico realizzato da Letizia Torscano . La modella indossa abiti delle Maison torinesi di alta moda dagli anni ‘50 agli anni ’80. https://wetransfer.com/downloads/9360ad97df2d1116c698e2c7833c383920190916154723/62b41f9edcc520859684eeec636e369c20190916154723/26b578 ;
qui i  disegni dei cappelli  realizzati da Pina CERRATO in mostra per la prima volta per Iconica 2019 a Palazzo Chiablese https://we.tl/t-FI25leWsU2 ;
PROGRAMMA
MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE
ore 19.00
Galleria Marco Polo – corso Vittorio Emanuele II 86 (interno cortile)
Vernissage della mostra
In collaborazione con MÚSES – Museo delle Essenze di Savigliano
GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE
ore 09.00 – 18.00
Palazzo Chiablese, piazza San Giovanni 2
Apertura al pubblico della mostra ‘ATELIER. TORINO ARTEFICE DI ELEGANZA’
Ingresso gratuito
VENERDÌ 20 SETTEMBRE
ore 09.00 – 18.00
Palazzo Chiablese, piazza San Giovanni 2
Apertura al pubblico della mostra
Ingresso gratuito
ore 11.00-12.30   e ore 16.00-17.30
Galleria Marco Polo, corso Vittorio Emanuele II, 86 (interno cortile)
Laboratori di profumeria a cura del MÚSES – Museo.
I partecipanti avranno la possibilità di creare il proprio profumo ispirandosi ai meravigliosi abiti sartoriali e alle evocative atmosfere dei balli del passato. A pagamento, necessaria prenotazione. Info e costi al link  https://yes.youreventgroup.it/it/ebt/torino/2019/fast-track/program
SABATO 21 SETTEMBRE
ore 14.00 – 18.00
Palazzo Chiablese, piazza San Giovanni 2
Apertura al pubblico della mostra
Ingresso gratuito
I TALK DI ICONICA
Palazzo Chiablese – Sala conferenze, piazza San Giovanni 2
Ingresso gratuito
ore 14.30
Introduzione – Arch. Luisa Papotti, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino.
ore 14.45
“Marchi da sogno, sognando con i marchi. I marchi storici torinesi testimoni di progetti, sentimenti, speranze e ambizioni”
Mariangela Ravasenga, curatrice camerale del progetto MATOSTOTM (Marchi Torinesi nella storia) e Giovanni Ferrero, Presidente ISMEL, riportano alla luce i marchi storici depositati dal 1926 alla Camera di commercio di Torino.
ore 15.15
“Un filo che lega passato e futuro. Breve excursus nel mondo della sartoria tra passamanerie, ricami e rammendi”
Con Massimiliano Massia, titolare della storica fabbrica di passamanerie fornitrice della Real Casa di Savoia nel lontano 1843, con radici nella tessitura dal 1685, e Paola Pellino, “La guardarobiera”, esperta di restauro dei tessuti e rammendo creativo.
ore 16.00
“Investire nella moda: l’imprenditorialità femminile a Torino dagli atelier a oggi”
Elisa Giordano creatrice del marchio Irreplaceable e Paolo Ceroni – Azimut Capital Management parlano di percorsi imprenditoriali e investimenti che si incrociano con l’eleganza e la tradizione.
ore 16.30
“Alta moda e gioielli fantasia fine ‘900: arte al servizio della bellezza”
Elisabetta DeWan, terza generazione dell’azienda torinese che dal 1955 produce accessori e bijoux di alta moda, dialoga con Wanda Maifredi indimenticabile indossatrice per le grandi Maison torinesi negli anni d’oro.
Palazzo Chiablese, piazza San Giovanni 2
Orari: 18.15 – 18.35  18.55 – 19.15  – 19.35 – 19.55  20.35 – 20.55  21.15 – 21.35  21.55 – 22.15  22.35 – 22.55
“Corpi – Live performance”
A cura di Casa Fools/Teatro Vanchiglia – Teatranti dal 2005, dal 2013 a Torino.
Un linguaggio che si basa sulla relazione viva e diretta col pubblico, ricercando una poetica che si fonda sull’universalità dell’arte. La performance ha una durata di 20 minuti. Gruppi max 25 persone. Ingresso gratuito solo su prenotazione al numero 349 7435571. In caso di ritardo si perde il diritto alla prenotazione e si viene inseriti nel primo turno con disponibilità.
DOMENICA 22 SETTEMBRE
ore 10.00-18.00
Palazzo Chiablese, piazza San Giovanni 2
Apertura al pubblico della mostra
Ingresso gratuito
m.p
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Open day al Museo Nazionale del Cinema di Torino a cura della Prof. Pontet

Con l’avvio dell’anno scolastico sono incominciate le iniziative collegate ai Laboratori museali della città.
Questa mattina, al Museo Nazionale del Cinema di Torino gli insegnanti della scuola Primaria, Secondaria di I e di II grado hanno presenziato all’ Open day delle attività didattiche che avranno luogo presso la Mole Antonelliana in questo nuovo anno.
Tra le novità spiccano i percorsi guidati abbinati alla mostra “Faccemozioni 1500-2020 dalla fisiognomica agli emoji”che è stata inaugurata il 17 luglio scorso e che rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2020.
Di particolare interesse per il nostro Liceo è la collaborazione del Museo del Cinema con il Museo di Antropologia criminale “Cesare Lombroso”dell’Università di Torino che, dal 25 settembre p.v. presenterà la mostra “I 1000 volti di Lombroso”, ritratti mai esposti al pubblico che appartengono all’archivio dell’ omonimo Museo.
A presentare questa iniziativa è la nostra ex allieva, dell’indirizzo Moda, Alessandra Levi che da undici anni si occupa personalmente della grafica e delle attività di Laboratorio di tre musei (Museo Lombroso, Museo di Anatomia umana e Museo della Frutta)che rispecchiano la filosofia del positivismo ottocentesco della città di Torino.
Nella programmazione delle mostre temporanee del Museo Nazionale del Cinema di Torino troviamo in calendario i seguenti temi:
 Alla conquista del volto cinematografico
– Codice Leonardo: i ritratti nel genio di Vinci
– Educazione all’ affettività
Come negli anni passati proseguiranno le iniziative di Letteratura e Cinema e tra i temi proposti quest’anno spicca il Muro di Berlinoche ne evoca il 30°anniversario dalla caduta.
Per il settore Cinema e musica emerge l’iniziativa Watch & Playche consiste in un Bando per la realizzazione della colonna sonora di un film muto.
La partecipazione al concorso per compositori di colonne sonore è libera ed è rivolta ai Licei Musicali, ai Conservatori, a tutte quelle scuole che all’ interno hanno allievi che partecipano a gruppi musicali di genere innovativo.
Per tutte le informazioni specifiche e per prendere visione delle schede di approfondimento e dei materiali didattici, potete consultare il sito che ha questo link.
m.p.
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

L’ex allievo del LAP, Gabriele Artusio presente alla mostra collettiva: Toro per Uomini da Toro

Il nostro ex allievo Gabriele partecipa con i suoi lavori alla Mostra Toro per Uomini da Toro, che si svolgerà presso Art Gallery La Luna a Borgo San Dalmazzo (Cuneo) da ottobre a Dicembre. Sarà una mostra collettiva incentrata sui giocatori del Toro (in special modo quelli degli anni 70).
In allegato le locandine con orari e indirizzi
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

articolo della Prof Pontet sul film dedicato Nureyev

link l’inizio di una  storia infinita…

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento