l’ex allievo del LAP Gabriele Artusio in mostra al Palazzo Ducale di Mantova con la DIPINTA COMMEDIA

https://www.rainews.it/tgr/lombardia/video/2022/05/lom-divina-commedia-brera-lockdown-mostra-itinerante-478c545a-b595-412e-9f4a-3c9b1ca1defd.html?wt_mc=2.www.wzp.tgrlombardia_ContentItem-478c545a-b595-412e-9f4a-3c9b1ca1defd.&wt

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

13 maggio, è andato in scena lo spettacolo Lacca XXL ispirato al musical Hairspray. La 5g ha realizzato le scenografie coordinate dalla Prof. Mavilia

Le scenografie sono state realizzate dai ragazzi dell’attuale 5g, nell’ambito dei progetti pcto in collaborazione con l’associazione involo che ha messo in scena lo spettacolo

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

la 4H e la presentazione definitiva del PCTO presso il Museo Lavazza a cura della Prof. Biasini

In data 28 aprile 2022 si è tenuta la presentazione conclusiva del percorso PCTO svolto dalla classe 4H indirizzo Design Industriale in collaborazione con l’associazione ISTORETO e il Museo Lavazza, nei locali della sede museale della Nuvola in via Bologna a Torino. Il percorso è iniziato durante il lock down, quando la classe frequentava il terzo anno, grazie ad una collaborazione con l’associazione Istoreto e il Polo del 900, con cui è stato elaborato un progetto didattico che coniuga storia ed eccellenze del territorio volto a far conoscere il grande passato delle aziende del territorio.

Grazie alla collaborazione della tutor esterna dott.ssa Chiara Quaranta, il terzo anno gli studenti hanno avuto modo di approfondire le metodologie della ricerca e dell’analisi delle fonti storiche degli archivi digitali di design. Il quarzo anno, grazie anche alla diminuzione delle restrizioni pandemiche, gli studenti hanno sperimentato in modo maggiormente coinvolgente e creativo la collaborazione con il museo Lavazza.

Nel mese di novembre gli studenti hanno avuto finalmente la possibilità di visitare il museo di via Bologna, conoscere come nasce un prodotto d’eccellenza e, soprattutto, come il design della comunicazione trasmette i valori del brand attraverso le immagini, le pubblicità, il packaging, le installazioni.

Nei mesi successivi, con il supporto del materiale d’archivio fornito dall’Archivio Lavazza gli studenti si sono misurati con il progetto di relooking degli iconici tazzina e piattino della collezione Segno progettati da Claudio Caramel e del relativo packaging, rivisitando la grafica e il prodotto e secondo due temi d’attualità a scelta dei gruppi di studenti: l’Eurovision oppure del ventennale dell’Euro.

Ne sono usciti dei progetti stimolanti, dove gli studenti hanno messo alla prova la loro creatività sia nella fase ideativa sia in quella progettuale. Di seguito, la prof. Biasini – che ha seguito gli studenti nel laboratorio di design, e la prof. Bordi – tutor di progetto e docente di progettazione – hanno il piacere di presentarvi alcune immagini di questo percorso PCTO della 4H, scattate nella giornata conclusiva della presentazione e durante la prima visita al museo Lavazza

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La 3E in visita al Museo Ometto Accorsi per la mostra “In scena” dedicata a Caramba accompagnatrici le docenti Pontet e Testa

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La 4E al Museo del Risorgimento con i docenti Savarino e Testa

Giovedì 5 Marzo sotto la pioggia battente la 4E si reca al Museo del Risorgimento per una Visita guidata al fine di approcciare attraverso le collezioni museali un argomento di storia complesso e fondamentale.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La Tutor Prof Cairola con la collaborazione della Prof Sbaraglia e la 5D presentano il progetto arredi per un angolo pausa caffè presso istoreto/officine memoria per museo Lavazza

Ecco il reportage fotografico del Progetto istoreto/officine memoria per museo Lavazza classe 5d: presentazione con quattro gruppi di lavoro che hanno lavorato su arredi per un angolo pausa caffè.

Gli studenti della 5 D presentano iil lavoro conclusivo di design svolto nel PCTO al museo Lavazza della 5d giovedì

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il LAP e il libro popup esposto al Musli per la mostra “La Piccina Commedia”

libro Popup che andranno in mostra dal 30 aprile – 26 giugno al Musli – Museo della scuola e dell’Infanzia.

CLASSI COINVOLTE 4B INDIRIZZO LIBRO

30 aprile – 26 giugno 2022
MUSLI – Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia

La mostra, evento conclusivo del progetto di ricerca sviluppato nell’arco del 2021 nell’ambito di Dante 700 Unito, si articolerà tra il Percorso Libro e il Percorso Scuola del MUSLI e sarà corredata da una pubblicazione con saggi del curatore Pompeo Vagliani e di Luciana Pasino.

Il percorso espositivo intende documentare la storia della presenza di Dante e della sua opera nella produzione italiana destinata ai ragazzi tra il 1850 e il 1950, sia nei libri di amena lettura che nei libri scolastici e propone un centinaio di volumi, periodici e disegni originali accompagnati da numerose postazioni multimediali.

La prima sezione della mostra, allestita all’interno del Percorso Libro e intitolata Dante e la Divina Commedia in 100 anni di libri e periodici illustrati per ragazzi in Italia, esplora un suggestivo territorio di confine tra letteratura per l’infanzia e letteratura popolare, in cui accanto a fini divulgativi, educativi e didascalici emergono riduzioni, adattamenti, versioni parodiche o umoristiche, non prive di creatività e divertimento. 

Una storia che dialoga con inusitata vivacità con la proposta contemporanea di Marco Corona che propone un inedito viaggio di Pinocchio nei gironi infernali, fino alle creazioni tridimensionali di Alfredo Podestà e Massimo Missiroli a cui è dedicato un focus specifico. Completano il percorso alcuni progetti di libri animati realizzati nell’anno scolastico 2020/2021 dagli studenti dell’indirizzo di Design del Libro del Liceo Artistico Passoni di Torino.

L’altra sezione della mostra, Dante in Classe, allestita in un’aula storica del Percorso Scuola, presenta un’ampia selezione di libri, quaderni, materiali didattici che intendono documentare la presenza di Dante nella scuola italiana del passato, un ambito specifico poco conosciuto e frequentato. Accanto ai libri sono esposti anche sussidi didattici e rari pennini e inchiostri dedicati a Dante del collezionista ed esperto calamofilo Stefano Lenti. Un approfondimento tematico è dedicato alla presenza nella scuola della “Società Dante Alighieri” detta “la Dante”.

 

La mostra verrà inaugurata venerdì 29 aprile alle ore 17.30 e sarà visitabile negli orari di apertura del MUSLI a partire da sabato 30 aprile.
Nel corso di tutto il 2022 proseguiranno attività dedicate alle scuole, laboratori ed eventi per bambini e famiglie, letture, webinar per insegnanti ed educatori.

i lavori dei ragazzi

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Tante idee per la nascita del Museo della Moda a Torino a cura della prof Pontet

Tante idee per la nascita del Museo della Moda a Torino
Gli allievi del Passioni premiati alla Biblioteca Nazionale Universitaria della città
Il “Concorso di idee” indetto dalla dirigente Antonella Accardi Benedettini, per promuovere la valorizzazione della collezione di abiti e accessori d’epoca dell’Archivio Liceo Aldo Passoni, ha coinvolto tutte le classi di tutti gli indirizzi di studio.
Obiettivo di questo concorso interno è stato sensibilizzare le istituzioni cittadine nel destinare parte delle risorse pubbliche ad un museo tematico della moda, innovativo e inclusivo di particolare interesse per le nuove generazioni ovvero i futuri fruitori di questo servizio culturale. Nel mese di novembre 2021 è stato presentato un brainstorming in streaming per delineare le finalità del “Concorso di idee”. Tutta la scuola, nei suoi tre plessi, ha partecipato alla call to action, una presentazione collettiva dello stato attuale di conservazione dei manufatti dell’Archivio di abiti e accessori conservati al Passoni, con l’intento di pensare alla valorizzazione degli stessi.
Al collegamento in remoto sono intervenuti la dirigente Antonella Accardi Benedettini, l’architetto artista curatore museale Maurizio Cilli, il giornalista Fabrizio Vespa, la docente EnricaMarletta curatrice della collezione, archivisti e fashion blogger. 
Tra le richieste indicate nel bando sono emersi diversi temi come l’individuazione distrumenti da utilizzare per la promozione del museo, la fruizione dei beni conservati nell’Archivio liceale, la previsione diallestimenti espositivitematici all’interno dello stesso. Nella fase attuativa della progettazione sono intervenuti allievi tutordelle classi quinte a coordinare i gruppi di allievi di tutte le classipartecipanti al concorso. Al fine di provare a condividere, non solo all’interno della scuola, il patrimonio costituito da più di 3000 pezzi, tra vestiti e accessori donati nel corso degli anni al Liceo Passoni, il “Concorso di idee” ha voluto sensibilizzare le autorità competenti presenti ad aver cura di questo bene sovrainteso da condividere con la cittadinanza. Il 22 aprile 2022 dalle 10:00 alle 12:30, presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino gli allievi premiati hanno presentato le loro idee al pubblico di autorità istituzionali presenti in sala a partire dal Vice direttore della Biblioteca Vivaldi, Giovanni Saccani, dall’assessore comunale Carlotta Salerno, daifunzionari dell’Ufficio Scolastico Regionale Céline Micheletti e Francesco Chiaro, dell’area inclusione, dal responsabile CNA federmoda di Torino, Alessio Stefanoni. Glistudenti delle classi selezionate hanno ricevuto premi offerti degli enti sponsor dell’evento come ingressi museali, pubblicazioni di libri, biglietti per spettacoli teatrali oltre all’attestazione di qualifica per merito. Cosa hanno immaginato gli allievi del Passoni, guidati dai compagni tutor delquinto corso, Broglia, Gioia, Carrer, Terrazzan,Elia, Penna, Griffa? Ogni classe ha presentato la propria visione di un museo della moda, fatto di idee innovative, frutto di ingegno e passione.
CLASSE 1C
Un museo delle quattro stagioni espositive, in cui ogni tre mesi si vedono esposti abiti nel loro ambiente naturale, con sfilate virtuali che ne illustrano le epoche.
Un edificio moderno, ancora da costruire, con spazi interattivi e fruibili senza barriere strutturali.
Sale espositive tattili che permettono il coinvolgimento dei sensi, con la possibilità di toccare i tessuti in corrispondenza alle teche degli abiti così da avere la percezione dei materiali che in antichità accarezzavano il corpo nei diversi secoli della storia.
CLASSE 1H
Un museo ad Airasca, in provincia di Torino, nella discoteca Ultimo Impero, individuata quale sede permanente. Il museo si articola su più piani, suddivisi per secoli che caratterizzano la collezione, ambientata con illuminazione suggestiva, che metta in evidenza gli stili dell’epoca degli abiti esposti.
CLASSE 3A:
Un museo reale e un museo virtuale, visitabile attraverso i social, un appper accedere nelle stanze del museo; un luogo per promuovere eventi con allestimenti temporanei che si integrano all’ esposizione permanente.
CLASSE 2D:.
Un museo gioco per adulti, con laboratorio per bambini, con la partecipazione degli studenti del liceo nella divulgazione su Istagram, su Facebook dei contenuti presenti sul sito museale, per ampliare la comunicazione e attrarre i visitatori della città e di altri Istituti scolastici.
CLASSE 3G: 
Un museo per abbattere gli stereotipi, utilizzando gli abiti d’epoca come veicolo comunicativo. “ La moda non fa il genere” è un’idea originale, inclusiva per partecipare alla provocazione artistica basata sulla vestizione di statue-copia di illustri monumenti cittadini; un modo per promuovere l’integrazione di genere, un cambiamento di passo per aprirsi al futuro. 
CLASSE 5A:
 
Un museo con ologrammi che raccontano, per immagini, la storia del costume. Stanze arredate nello stile del secoli degli abiti esposti, proiezioni animate interattive. Più di 3000 abiti e accessori archiviati anche su un sito web consultabile virtualmente.
CLASSE 5F: 
Un museo suggestivo, con effetti scenografici che invitano ad addentrarsi nelle sale. Un mix di multimedialità, che racconta la storia delle epoche attraverso filmati e manufatti esposti a tema. Un luogo culturale, pensato per abbattere le barriere tattili ed uditive, dove il visitatore può curiosare nei cassetti monitor per aprire filmati di un’ epoca piuttosto che un’altra.
CLASSRE 5H:
 
Un museo che non è solo moda ma è anche design dell’ambiente. 
Una ripartenza storica, da quello che è stato il Palazzo delle Esposizioni di Torino nel 1911.
Un recupero di archeologia urbana per ritrovare uno spazio fisico sul quale articolare le sale di un museo della moda che può richiamare numerosi visitatori, non solo dalla città sabauda.
 
Il plauso di tutti i partecipanti ha concluso una mattinata che lascia ben sperare nel futuro di Torino e nella rinascita della città della moda! 
m.p

L’evento in streaming seguito dagli studenti delle varie classi in diretta da scuola

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il Liceo Passoni incontra la LBS Stockholm Södra a cura della Prof. Pontet

L’incontro interculturale con una delegazione di docenti e studenti della scuola svedese di Stoccolma, avvenuto l’8 aprile 2022 nella succursale di Via della Cittadella, è stato un momento di scambio culturale tra gli allievi del Liceo Artistico Passoni e le persone ospitate. 
La docente Ester Cerruti, insieme alle giovani interpreti delle classi del triennio hanno dialogato con i referenti della scuola LBS Stockholm Södra spiegando l’attività didattica delle materie caratterizzanti gli indirizzi di studio, mettendo in evidenza la specificità delle materie artistiche tradizionali, con l’ utilizzo delle nuove tecnologie multimediali in uso. 
LBS Stockholm Södra è una scuola di formazione per creatori di video game e l’aspetto creativo dei disegni svolti dalle allieve del Passoni ha destato in loro particolare interesse soprattutto quando sono stati accolti nell’aula 10 allestita come una sala espositiva dell’indirizzo Design della Moda. 
Lo scambio tra culture passa attraverso l’autentica volontà di conoscere le abilità esperienziali altrui, un modo per arricchire la formazione reciproca. 
Alcune impressioni riportate dalle allieve interpreti del Passoni: 
Giulia Marzolla, classe 3D 
Prima del loro arrivo al laboratorio di design eravamo tutti molto in ansia, abbiamo sistemato i banchi, deciso quali tavole e modellini mostrare, ripassato cosa dire.
Appena sono arrivati, ci hanno sorriso e salutato, poi si sono seduti per ascoltare ciò che gli volevamo esporre; in pochi minuti gli abbiamo spiegato cosa facciamo in laboratorio e i progetti che in questi mesi abbiamo svolto.
Finita la spiegazione hanno guardato le tavole e poi sono andati in laboratorio, dove erano esposti tutti i modellini dei personaggi fatti in quest’ultimo mese.
Mentre guardavano i progetti hanno fatto delle domande chiedendo ad esempio come si chiamassero gli allievi e la loro storia personale.
Alla fine gli abbiamo mostrato il video fatto dalla nostra compagna Elena che racconta il “backstage” di tutto l’iter progettuale.
Alla fine ci hanno salutato e fatto tanti complimenti per i nostri lavori.
È stata per tutti una bella esperienza perché ci ha permesso di esercitarci con l’inglese e ci ha permesso di sapere qualcosa sulla loro vita grazie alle domande che gli abbiamo fatto.
Carlotta Bertolino classe 4C
Gli ospiti svedesi si sono mostrati subito molto incuriositi dalle tavole illustrate presenti in aula; sicuramente cercavano ispirazione per perfezionare lo studio anatomico del corpo umano ed erano particolarmente attratti dai disegni del costume storico del 1700 svolti in quella settimana.
Hanno apprezzato il dialogo in lingua inglese cercando con le domande di capire anche le motivazioni personali della scelta dell’indirizzo.
m.p.
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

il LAP x l’Ucraina a cura della Prof. Pontet

Il liceo Passoni “Unito per l’Ucraina” – Il bene fa del bene se fatto per ilbene

Il movimento internazionale dei “Giovani della Pace” ha promosso l’iniziativa “Uniti per l’Ucraina” che ha coinvolto nella partecipazione i giovani di tutte le scuole di Torino.
Il Liceo Passoni si è prestato a sostegno dei profughi in arrivo dai paesi martoriarti ed ha aderito all’ invito del Sermig con un gesto di solidarietà proposto dai Rappresentanti d’istituto, dagli studenti e dai docenti del Passoni.
Nel mese di marzo ha avuto luogo, nella succursale di Via Cittadella, una raccolta di beni alimentari e di vestiario, per aiutare l’emergenza profughi dall’Ucraina, in collaborazione con il Sermig di Torino.
Ernesto Olivero, fondatore del  Servizio Missionario Giovani, dal 1964 promuove a Torino lo sviluppo di un modello sociale e solidale verso i più poveri.
L’ex Arsenale Militare di Piazza Borgo Dora, luogo dove sono state forgiate buona parte delle armi utilizzate nelle due guerre mondiali, è diventato nel tempo il Sermig, un Centro di formazione dei giovani , oggi più che mai una casa di accoglienza dei più disagiati,
L’impegno per la pace in Ucraina è un obiettivo comune che moltiplica le iniziative rivolte ai richiedenti asilo; sull’onda di questa priorità la dirigente Antonella Accardi Benedettini ha ospitato due studenti ucraini nella classe prima della nuova sede di Via Pesaro, un concreto atto di accoglienza e sostegno per la pace.
Salvaguardare la vita umana è una priorità, ancor più quando la guerra tra gli Stati minaccia la libertà di tutti i popoli. 
m.p.
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento